09/12/2019

Leonardo, prigioniero del volo

Ratti ribadisce il suo essere portavoce dei valori italiani per la tutela e per la valorizzazione del patrimonio storico ed artistico supportando con i propri tessuti la mostra “Leonardo, prigioniero del volo”, che si inserisce all’interno degli eventi organizzati in occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo. La mostra è in programma dall’11 dicembre 2019 al 05 gennaio 2020 nelle sale di Palazzo Morando a Milano.

Trenta abiti di alta sartoria, vere e proprie sculture in tessuto ispirate al genio di Leonardo, realizzate dagli artigiani della grande moda italiana, artisti e pittori insieme ad un gruppo di detenuti della Casa di reclusione di Milano-Bollate impegnati in progetti sartoriali oltre che gli allievi dell’Istituto Il Teatro della Moda.

La mostra vuole essere un omaggio al simbolo del Rinascimento, alle sue opere ed invenzioni, patrimonio dell’immaginario collettivo attraverso una selezione di pezzi unici la cui realizzazione sposa sia la finalità artistica che quella sociale. Infatti, tutti gli abiti esposti saranno battuti all’asta a sostegno della Casa del Sollievo Bimbi, il primo hospice pediatrico aperto da Vidas in Lombardia, per l’accoglienza di minori gravemente malati ed il sostegno alle loro famiglie.

Ratti, sceglie, ancora una volta di essere accanto al mondo dell’arte e del sociale con questa mostra perché, mai come in questa occasione, il racconto, attraverso le pieghe di ogni tessuto con cui sono stati realizzati i trenta abiti, orienta lo sguardo del visitatore verso gli elementi documentari che circondano la vita di questo artista, accompagnandolo lungo un viaggio affascinante attorno alla creatività di questo genio.

Per maggiori informazioni sul progetto, visita il sito: Leonardo prigioniero del volo