11/02/2019

La nuova collezione responsabile

Ratti, per venire incontro alle esigenze di un mondo in cui la sostenibilità, non solo ambientale, gioca un ruolo sempre più importante, presenta la nuova collezione Responsabile.
33 articoli declinati per fibre naturali (seta biologica gots, cotone biologico gots, lino, canapa), fibre artificiali (lyocell e viscosa FSC), fibre sintetiche (new life, poliestere riciclato, nylon riciclato e rigenerato) e la pelle responsabile.

Partendo dai figurini fino ad arrivare ai moodboard, è da qui che gli uffici stile delle principali case di moda fissano le prime idee del progetto di creazione di una nuova collezione e Ratti ha scelto di essere al loro fianco con una serie di tessuti che si contraddistinguono non solo per la creatività che emerge da ogni disegno o colore, ma soprattutto per l’innovazione e la ricerca sviluppata nella stamperia che ha consentito di privilegiare la tecnica tradizionale rispetto a quella digitale, non solo perché massima espressione del talento e della maestria dell’azienda, ma anche perché validata come molto meno impattante. A ciò si aggiunge il non impiego di coloranti pre-metallizzati e di finissaggi PFC free.

Se è vero che ogni step è in grado di influenzare e determinare quanto potrà essere l’impatto ambientale relativo alla creazione di un capo così come di un’intera collezione, i tessuti della collezione responsabile, si muovono in questa direzione rappresentando un passo concreto verso la sostenibilità e la trasparenza.  La nuova collezione responsabile Ratti batte all’unisono con le certificazioni che l’azienda ha ottenuto nel corso degli ultimi anni a tutela delle maestranze e della loro esperienza così come dell’immenso patrimonio di idee e creatività, ponendo una sempre più attenzione in ogni fase di stampa e produzione al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale.