Archivi categoria: SOSTENIBILITÀ

TCLF Pact for Skills: le persone al centro della competitività di settore.

Ratti e altre 117 organizzazioni hanno firmato in data 16 dicembre il TCLF Pact for Skills, iniziativa promossa dalla Commissione Europea e coordinata da EURATEX.

I firmatari di questo Patto riconoscono la sfida delle competenze nell’ecosistema tessile e si impegnano a investire nella riqualificazione dei lavoratori, integrando competenze green e digital e beneficiando del networking e delle risorse offerte dalla CE.

L’obiettivo principale del patto è massimizzare l’impatto degli investimenti nel miglioramento delle competenze esistenti e nella formazione di nuove competenze, per aumentare l’attrattività del settore.

Per raggiungere questo obiettivo, il Patto riunisce vari attori nei settori TCLF (tessile, abbigliamento, pelletteria, calzature): tutti i tipi e dimensioni di imprese, organizzazioni, parti sociali, fornitori di formazione professionale e di istruzione e autorità regionali/comunali. Insieme, si impegnano a sviluppare misure che affrontino le principali sfide nel riqualificare e migliorare le competenze della forza lavoro, creando così un ecosistema competitivo, sostenibile e resiliente.

I firmatari del Patto si impegnano a contribuire alla realizzazione di tali obiettivi, nei limiti delle loro competenze e capacità. A questo proposito, verranno promosse azioni collaborative per mobilitare nuovi investimenti.

I firmatari si impegnano a contribuire alla promozione del Patto per le competenze e potranno partecipare alle sue strutture di governance, che saranno istituite all’inizio del 2022.

 

Ratti by nature – la nuova cartella di colori naturali.

Abbiamo compiuto un ulteriore passo per una produzione sempre più sostenibile, con il nuovo progetto “By nature”: una cartella colori con 15 cromie esclusivamente naturali destinate alla tintura dei tessuti.

Le tinte naturali sono biodegradabili, oltre che derivate da fonti rinnovabili.
I colori scelti vengono estratti da materiali naturali come piante, minerali e dal mondo animale, come cocciniglie o murici, per cui sono irriproducibili e unici per natura.

La nuova proposta di colori naturali rientra nel più ampio progetto Ratti for Responsibility.

L’approccio green della produzione in ratti

Il tema della sostenibilità per Ratti è sempre stato un tema caro e al centro di continui miglioramenti. Nell’enorme macchina dell’industria della moda, il settore del tessile è in prima linea per promuovere e salvaguardare le iniziative sociali, culturali e ambientali. Partendo dalla scelta dei filati e dei tessuti, fino ad arrivare alle pratiche aziendali, Ratti opera ogni giorno per essere un’azienda più verde, apprezzata e scelta da tutti coloro che credono in una moda ecologica e sostenibile.

I progetti e iniziative per la moda ecologica

Al giorno d’oggi ci sono molti modi per contribuire a rendere l’industria della moda più sostenibile. La scelta adottata da Ratti, oltre ai tessuti sostenibili, comprende anche pratiche sociali, culturali e innovative che riguardano la filatura, la stampa e la tintura dei propri tessuti pregiati.

Il riciclo è al centro delle molte attività, in particolare all’interno del progetto Second Life, nato proprio con l’intento di implementare l’economia circolare di recupero di vari materiali siano questi prodotti finiti o scarti tessili. La prima iniziativa si chiama 2ndLife Fibers e propone la realizzazione di imbottiture a partire da seta riciclata. La seta è una fibra ottima per le sue proprietà termiche e traspiranti che la rendono adatta a essere trasformata in ovatta diventando così un materiale tessile innovativo.

Sempre sul tema della circular economy e della moda sostenibile, 2ndlife Hydro propone un servizio di impermeabilizzazione dei capi a cui siamo più affezionati. Il processo di impermeabilizzazione, oltre a contribuire alla riduzione dei capi gettati perché non più performanti, è rispettoso dell’ambiente in quanto privo di sostante fluorocarboniche.

Il terzo progetto chiamato 2ndLife Print segue la scia della circolarità e del riciclo, provvedendo a dare nuova vita ai capi invenduti e ai fondi di magazzino. In questo caso, la creatività di Ratti e la sua profonda tradizione si incontrano per far rinascere i capi attraverso la ristampa dei tessuti con l’antica tecnica manuale di stampa a “planche”.

Moda ecologica: non solo progetti ma investimenti concreti

Accanto a questi progetti, l’impegno ambientale dell’azienda è rivolto all’attenta gestione dei materiali tessili utilizzati nei processi produttivi come la riduzione degli agenti chimici nelle tinture che vengono pian piano sostituiti da coloranti naturali. Tutto ciò va a influire positivamente sulla gestione delle acque di scarico. I continui controlli periodici e i cambiamenti nei materiali usati nel processo produttivo fanno sì che la gestione degli scarichi sia efficace e sempre in corso di potenziamento.

Occorre inoltre aggiungere che la sostenibilità ambientale in un’ottica di moda ecologica, arriva non solo dalle fabbriche ma anche dagli uffici. Gli investimenti portati avanti dal 2014 hanno permesso la diminuzione dei consumi di energia elettrica e metano, grazie a una serie di interventi sugli impianti elettrici così come sostituendo vecchie macchine e batterie oramai giunte alla fine della loro efficienza, con modelli di nuova generazione.

Ratti e una gestione sostenibile del proprio business

In questi ultimi anni, in cui il tema dei tessuti sostenibili è diventato il fulcro attorno al quale l’industria della moda si muove, Ratti punta a una gestione più sostenibile del proprio business per rimanere al passo con le aspettative e le richieste dei clienti. Per queste ragioni, è ancora più impellente il desiderio di Ratti di migliorare con nuove tecniche all’avanguardia e nuovi protocolli la sua offerta di tessuti pregiati che di tessuti sostenibili italiani.

NON SOLO TESSUTI SOSTENIBILI

L’offerta dei tessuti sostenibili si è allargata da quando è stata lanciata nel 2017 la prima Collezione Responsabile a tal punto che nel 2020 la Collezione Responsabile è stata abolita annunciando che tutte le collezioni Ratti erano composte da tessuti sostenibili.

Ad oggi, Ratti conta 200 articoli tra le diverse fibre ecologiche e certificate tra cui il cotone biologico Gots, la canapa, fino ai tessuti più ecosostenibili come la seta biologica Gots, tessuto pregiato italiano del bacino del Lago di Como, e il lino.

Due nuove certificazioni sono state aggiunte nel bagaglio responsabile dell’azienda: la certificazione Forest Stewardship Council FSC relativa ai prodotti in viscosa realizzati con materiali provenienti da foreste sostenibili e la certificazione GRS per i tessuti pregiati in poliestere, nylon e lana riciclati secondo i dettami del Recycled Claim Standard RCS che sono stati estesi a nuove composizioni.

Tra le nuove certificazioni Gots la lana biologica viene selezionata con cura da allevamenti non intensivi in cui gli animali vengono tosati nei giusti periodi dell’anno e soprattutto, grazie agli standard molto severi, vengono nutriti con mangimi naturali.

TESSUTI PER UNA MODA ECOSOSTENIBILE

Come si può comprendere, i tessuti sostenibili prodotti in casa Ratti si muovono all’unisono con le certificazioni che il gruppo ha ottenuto nel corso di questi anni a tutela non solo dei maestri che lavorano all’interno dell’azienda ma, anche, della loro esperienza e creatività, per dare vita di stagione in stagione, ad una moda ecologica e sostenibile.

Ratti impiannti fotovoltaici

L’adozione di energie rinnovabili e il miglioramento dell’efficienza energetica

Nel 2020 Ratti ha finalizzato una serie di interventi volti alla riduzione dei consumi energetici ed ad  un maggiore confort degli ambienti di lavoro, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2, e di migliorare la propria prestazione ambientale.

E stato modificato l’ impianto di illuminazione con installazione di  luci a led su tutti i 48.000 mq di superfice del sito produttivo. Inoltre, sono stati installati nuovi pannelli solari, con incremento della potenza  da 801.35 kw  a  1082.09 kw .

Da gennaio 2020  Ratti acquista al 100% energia elettrica verde.

Ratti collabora con Telefono Donna Como per dire stop alla violenza.

Ratti, insieme ad altre aziende tessili di Como, ha collaborato con Telefono Donna Como nella realizzazione del concorso “Cambiare con la Moda”, rivolto agli studenti degli Istituti Cometa, I.S.I.S Paolo Carcano e Centro Studi Casnati.

Il concorso è stato organizzato in collaborazione con Soroptmist Club Como e la Casa rifugio per le donne maltrattate L’Una e Le Altre  con l’obiettivo di  veicolare  messaggi di non violenza, uguaglianza e sostenibilità mediante la moda e dare vita ad un’importante sinergia tra il mondo del volontariato, la scuola e il mondo del lavoro

I lavori sono stati esaminati da una commissione, tra cui Ratti, che ha scelto le tre creazioni migliori che si sono distinte per originalità, qualità del disegno ma soprattutto per il messaggio trasmesso. La premiazione si è tenuta sabato 29 Maggio, presso Palazzo Terragni e tra le vincitrici, Elisa Lietti, dell’ Istituto I.S.I.S Paolo Carcano, che ha realizzato il suo foulard presso di noi.

Ratti azienda leader della sostenibilità secondo l’indagine condotta dal Sole24ore

L’articolo del Sole24Ore apriva con una citazione di Thomas  Clark che sosteneva che: “Per molto tempo è parso che agire come “buona” azienda fosse quasi un lusso, un privilegio o un bell’accessorio all’unica cosa davvero importante per un imprenditore classico: la profittabilità. Oggi, invece, guardare all’ambiente e alle questioni sociali accanto agli obiettivi finanziari è diventata una necessità».

Così IlSole24Ore, dopo aver preso in considerazione 1200 aziende, ha stilato una lista di 150, sulla base dei bilanci di sostenibilità e dei bilanci finanziari pubblicati, premiandole come leader della sostenibilità. Si tratta di una ricerca che ha avuto come oggetto l’analisi della responsabilità delle aziende, prendendo in considerazione la dimensiona ambientale, quella sociale e, non ultimo, quella economica.

Da sempre, per il nostro Gruppo, la sostenibilità è un impiego di risorse nel tempo, finalizzato a conferire un maggiore livello di utilità all’interno del sistema produttivo. Investendo in sostenibilità e sulla qualità della produzione, si creano, infatti, le condizioni ottimali per continuare ad offrire un prodotto d’eccellenza, ed essere un partner affidabile per i nostri clienti.

Scopri qui la lista delle aziende leader della sostenibilità e gli articoli correlati.

 

RATTIWHP

Riconoscimento per Ratti da parte del programma WHP

Ratti ha ricevuto, per il secondo anno consecutivo, il riconoscimento di “Luogo di lavoro che promuove la salute e il benessere dei lavoratori” da parte del programma WHP che opera in collaborazione con Regione Lombardia e l’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) Insubria.

Il percorso a cui Ratti ha aderito, ha come obiettivo principale quello di introdurre processi sani negli ambienti di lavoro al fine di migliorare la salute dei propri dipendenti. In particolare, è stata prestata molta attenzione alla prevenzione di fattori ad altra criticità, come ad esempio l’alimentazione scorretta, la sedentarietà, e, non ultimo, il tema della conciliazione vita/lavoro.

In quest’ottica, Ratti ha sempre cercato di individuare tematiche nuove a cui approcciarsi, delineando successivamente percorsi, strategie e obiettivi che siano a completo vantaggio del benessere delle persone, a dimostrazione di come ogni scelta sottolinei l’importanza e la centralità che il capitale umano ha per il Gruppo.

È in un anno come questo che diventa indispensabile anticipare ed interpretare le esigenze e le preoccupazioni che legano salute e economia in un unico problema da affrontare e risolvere, ridando valore al lavoro nella sua essenza e facendo tutto il possibile per tutelare le nostre persone con il valore che quotidianamente sanno esprimere