Archivi categoria: SOSTENIBILITÀ

Ratti e una gestione sostenibile del proprio business

In questi ultimi anni, in cui il tema dei tessuti sostenibili è diventato il fulcro attorno al quale l’industria della moda si muove, Ratti punta a una gestione più sostenibile del proprio business per rimanere al passo con le aspettative e le richieste dei clienti. Per queste ragioni, è ancora più impellente il desiderio di Ratti di migliorare con nuove tecniche all’avanguardia e nuovi protocolli la sua offerta di tessuti pregiati che di tessuti sostenibili italiani.

NON SOLO TESSUTI SOSTENIBILI

L’offerta dei tessuti sostenibili si è allargata da quando è stata lanciata nel 2017 la prima Collezione Responsabile a tal punto che nel 2020 la Collezione Responsabile è stata abolita annunciando che tutte le collezioni Ratti erano composte da tessuti sostenibili.

Ad oggi, Ratti conta 200 articoli tra le diverse fibre ecologiche e certificate tra cui il cotone biologico Gots, la canapa, fino ai tessuti più ecosostenibili come la seta biologica Gots, tessuto pregiato italiano del bacino del Lago di Como, e il lino.

Due nuove certificazioni sono state aggiunte nel bagaglio responsabile dell’azienda: la certificazione Forest Stewardship Council FSC relativa ai prodotti in viscosa realizzati con materiali provenienti da foreste sostenibili e la certificazione GRS per i tessuti pregiati in poliestere, nylon e lana riciclati secondo i dettami del Recycled Claim Standard RCS che sono stati estesi a nuove composizioni.

Tra le nuove certificazioni Gots la lana biologica viene selezionata con cura da allevamenti non intensivi in cui gli animali vengono tosati nei giusti periodi dell’anno e soprattutto, grazie agli standard molto severi, vengono nutriti con mangimi naturali.

TESSUTI PER UNA MODA ECOSOSTENIBILE

Come si può comprendere, i tessuti sostenibili prodotti in casa Ratti si muovono all’unisono con le certificazioni che il gruppo ha ottenuto nel corso di questi anni a tutela non solo dei maestri che lavorano all’interno dell’azienda ma, anche, della loro esperienza e creatività, per dare vita di stagione in stagione, ad una moda ecologica e sostenibile.

Ratti impiannti fotovoltaici

L’adozione di energie rinnovabili e il miglioramento dell’efficienza energetica

Nel 2020 Ratti ha finalizzato una serie di interventi volti alla riduzione dei consumi energetici ed ad  un maggiore confort degli ambienti di lavoro, con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2, e di migliorare la propria prestazione ambientale.

E stato modificato l’ impianto di illuminazione con installazione di  luci a led su tutti i 48.000 mq di superfice del sito produttivo. Inoltre, sono stati installati nuovi pannelli solari, con incremento della potenza  da 801.35 kw  a  1082.09 kw .

Da gennaio 2020  Ratti acquista al 100% energia elettrica verde.

Ratti collabora con Telefono Donna Como per dire stop alla violenza.

Ratti, insieme ad altre aziende tessili di Como, ha collaborato con Telefono Donna Como nella realizzazione del concorso “Cambiare con la Moda”, rivolto agli studenti degli Istituti Cometa, I.S.I.S Paolo Carcano e Centro Studi Casnati.

Il concorso è stato organizzato in collaborazione con Soroptmist Club Como e la Casa rifugio per le donne maltrattate L’Una e Le Altre  con l’obiettivo di  veicolare  messaggi di non violenza, uguaglianza e sostenibilità mediante la moda e dare vita ad un’importante sinergia tra il mondo del volontariato, la scuola e il mondo del lavoro

I lavori sono stati esaminati da una commissione, tra cui Ratti, che ha scelto le tre creazioni migliori che si sono distinte per originalità, qualità del disegno ma soprattutto per il messaggio trasmesso. La premiazione si è tenuta sabato 29 Maggio, presso Palazzo Terragni e tra le vincitrici, Elisa Lietti, dell’ Istituto I.S.I.S Paolo Carcano, che ha realizzato il suo foulard presso di noi.

Ratti azienda leader della sostenibilità secondo l’indagine condotta dal Sole24ore

L’articolo del Sole24Ore apriva con una citazione di Thomas  Clark che sosteneva che: “Per molto tempo è parso che agire come “buona” azienda fosse quasi un lusso, un privilegio o un bell’accessorio all’unica cosa davvero importante per un imprenditore classico: la profittabilità. Oggi, invece, guardare all’ambiente e alle questioni sociali accanto agli obiettivi finanziari è diventata una necessità».

Così IlSole24Ore, dopo aver preso in considerazione 1200 aziende, ha stilato una lista di 150, sulla base dei bilanci di sostenibilità e dei bilanci finanziari pubblicati, premiandole come leader della sostenibilità. Si tratta di una ricerca che ha avuto come oggetto l’analisi della responsabilità delle aziende, prendendo in considerazione la dimensiona ambientale, quella sociale e, non ultimo, quella economica.

Da sempre, per il nostro Gruppo, la sostenibilità è un impiego di risorse nel tempo, finalizzato a conferire un maggiore livello di utilità all’interno del sistema produttivo. Investendo in sostenibilità e sulla qualità della produzione, si creano, infatti, le condizioni ottimali per continuare ad offrire un prodotto d’eccellenza, ed essere un partner affidabile per i nostri clienti.

Scopri qui la lista delle aziende leader della sostenibilità e gli articoli correlati.

 

RATTIWHP

Riconoscimento per Ratti da parte del programma WHP

Ratti ha ricevuto, per il secondo anno consecutivo, il riconoscimento di “Luogo di lavoro che promuove la salute e il benessere dei lavoratori” da parte del programma WHP che opera in collaborazione con Regione Lombardia e l’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) Insubria.

Il percorso a cui Ratti ha aderito, ha come obiettivo principale quello di introdurre processi sani negli ambienti di lavoro al fine di migliorare la salute dei propri dipendenti. In particolare, è stata prestata molta attenzione alla prevenzione di fattori ad altra criticità, come ad esempio l’alimentazione scorretta, la sedentarietà, e, non ultimo, il tema della conciliazione vita/lavoro.

In quest’ottica, Ratti ha sempre cercato di individuare tematiche nuove a cui approcciarsi, delineando successivamente percorsi, strategie e obiettivi che siano a completo vantaggio del benessere delle persone, a dimostrazione di come ogni scelta sottolinei l’importanza e la centralità che il capitale umano ha per il Gruppo.

È in un anno come questo che diventa indispensabile anticipare ed interpretare le esigenze e le preoccupazioni che legano salute e economia in un unico problema da affrontare e risolvere, ridando valore al lavoro nella sua essenza e facendo tutto il possibile per tutelare le nostre persone con il valore che quotidianamente sanno esprimere

2nd LIFE – I nuovi “tessili circolari” di Ratti

NUOVI PRODOTTI, SERVIZI, TECNOLOGIE DERIVANTI DAL RIUSO E IL RICICLO DEI MATERIALI.

Da sempre, la nostra filosofia è costruita su di una forte valorizzazione delle risorse artigianali e culturali, oltre che su investimenti in sostenibilità, tecnologia e ricerca allo scopo di poter rispondere alle esigenze di un mercato dal quale giungono sempre più richieste di chiarezza e trasparenza. In quest’ottica gli investimenti progettuali e le scelte produttive sono stati guidati al fine di cercare sempre soluzioni sostenibili rendendo la nostra sede di Guanzate un’arena di vera e propria sperimentazione tra innovazione e prodotto, in cui il nuovo progetto Second Life trova concretezza

 

2ND LIFE PRINT – UPCYCLING DEI CAPI INVENDUTI
Il progetto 2nd LIFE PRINT rappresenta un epicentro di energia e creatività dove idee e ispirazioni si accumulano, prendono forma e fanno esplodere una nuova estetica interpretata e riprodotta sul capo finito rimasto a stock.
In concreto, l’upcycling dei capi invenduti oltre ad abbattere le emissioni rispetto ad una produzione ex-novo, permette di evitare una perdita economica recuperando un capitale immobilizzato destinato o alla svalutazione o nelle peggiori delle ipotesi alla distruzione. È questa una opportunità che fornisce una risposta immediata alle richieste di un mercato sempre più sensibile in tema di sostenibilità, offrendo, nel contempo, un posizionamento migliore in termini di brand reputation.
Con 2nd LIFE PRINT si aprono le porte a un servizio di unicità e personalizzazione. La varietà di soluzioni creative disponibili ricalca la capacità di Ratti di coniugare innovazione e heritage culturale, mettendo a disposizione professionisti, esperti e strumenti innovativi per realizzare ogni genere di progetto.

 

 

2nd LIFE FIBERS – LA NUOVA IMBOTTITURA 
Progettato dal team di ricerca e sviluppo di Ratti e Freudenberg, 2ndLIFE FIBERS trasforma la seta riusata/riciclata in un isolante innovativo dalle eccellenti prestazioni tecniche, creando, al contempo, una connessione versatile verso l’esterno sia questo la cima di una montagna o il verde di un parco urbano.
Questa ovatta unica, leggera e traspirante è realizzata con riuso/riciclo della seta stabilendo un nuovo standard nel mondo dello sport e del casualwear. Riutilizzando e riciclando la fibra nobile, Ratti e Freudenberg confermano il proprio interesse nei confronti della sostenibilità e dei temi ambientali andando oltre il più completo rispetto per le regole di economia circolare, con lo scopo primo di ridurre al minimo assoluto l’impatto ambientale.

 

2nd LIFE HYDRO – WATER REPELLENT TREATMENT
Il modo in cui abbiamo concepito e consumato l’abbigliamento non è più sostenibile, occorre ridare valore a ciò che si indossa, trasformando l’usato in una nuova risorsa. Grazie al knowhow tecnico, unitamente alle ricerche alla base dei progetti di economia circolare (2nd LIFE FIBERS- 2nd LIFE PRINT) e all’esperienza sul campo di due guide alpine, Ratti ha potuto elaborare 2nd LIFE HYDRO: un processo industriale per ripristinare le performance e le funzionalità idrorepellenti, 2ndLIFE HYDRO prolunga il ciclo vitale del capo, minimizzando l’impatto ambientale.
2ndLIFE HYDRO ha l’ambizione di essere un progetto sostenibile di economia circolare in grado di configurarsi come un veicolo di innovazione e progresso tecnico, valorizzando l’esperienza e le competenze del Gruppo di Guanzate fino alla soddisfazione dell’utente finale.

GreenItaly 2020: Ratti tra le aziende protagoniste della sostenibilità.

Ratti è stata inserita all’interno dell’undicesima edizione di GreenItaly 2020, il rapporto sulla Green Economy redatto, come ogni anno, da Symbola, Fondazione delle Qualità Italiane e UnionCamere, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente.

Con 77.691 imprese, la Lombardia è al primo posto in Italia nella graduatoria regionale per numero assoluto di aziende che hanno investito, o investiranno entro l’anno, in tecnologie green, come migliore risposta al periodo di crisi che si sta attraversando, dimostrando così di poter essere alla guida di un’Italia pronta al recovery found” come cita il rapporto stesso.

GreenItaly è un report condotto annualmente sul valore della Green Economy che racconta come l’Italia sia stata in grado di cogliere le grandi sfide ambientali in ambito di innovazione e ricerca, sviluppando valore economico per le imprese e il Paese.

Dal 2010 “GreenItaly” è uno strumento indispensabile per conoscere numeri, territori e settori dell’economia green italiana, ma soprattutto per analizzare e capire il ruolo da protagonista che il Made in Italy può avere nel mercato internazionale puntando sulla sostenibilità.

Freudenberg Performance Materials e Ratti siglano un accordo di collaborazione

Freudenberg Performance Materials, produttore leader a livello globale di tessuti tecnici innovativi, e Ratti SpA, impresa creativa e responsabile attiva nel mondo del fashion textile, hanno siglato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di progetti in ambito di economia circolare.

Le due imprese intendono integrare le rispettive competenze con l’obiettivo di progettare e realizzare nuove offerte, prodotti e servizi basati sul riuso e sul riciclo di materiali tessili.

Il primo passo in questa direzione è rappresentato dal Programma: 2nd LIFE FIBERS”, che vedrà i due gruppi impegnati nella proposta di un prodotto basato sul riuso della seta che sarà presentato in occasione delle prossime fiere di settore del fashion.

Nel 2018 il Gruppo Freudenberg con oltre 49.000 addetti presenti in quasi 60 paesi al mondo, ha generato vendite per ca. 9,4 miliardi di euro.

Ratti SpA, quotata alla Borsa di Milano, fattura 110 milioni di euro e si avvale della collaborazione di circa 800 persone. La società pubblica il bilancio di sostenibilità.

Questo accordo testimonia l’impegno di entrambi i Gruppi a realizzare iniziative e programmi sui temi della sostenibilità.

#PLASTICFREE

Il Gruppo Ratti continua ad investire sulla sostenibilità ambientale con l’obiettivo di diventare sempre più un’azienda “plastic free 100% recycled”. In questo suo affrontare il problema, Ratti non vuole demonizzare, ma capire come poter trovare un’alternativa alla quantità di plastica che quotidianamente viene utilizzata.

Spinta da questa nuova consapevolezza, Ratti ha deciso di intraprendere una serie di azioni volte all’eliminazione della plastica monouso all’interno dei cancelli dello stabilimento di Guanzate, convertendosi a soluzioni che prima hanno comportato l’utilizzo di erogatori e brocche in sala mensa, per passare poi all’uso di bio-bottle e bicchieri in materiale riciclabile negli uffici, scegliendo, infine, di regalare a tutti i propri dipendenti delle borracce personalizzate da utilizzare con i nuovi erogatori installati nelle palazzine uffici e produzione.

L’incentivo verso un comportamento sostenibile praticato all’interno del Gruppo, dove convivono quasi 600 persone è indubbiamente uno degli aspetti educativi più importanti che si possono avere. Si tratta di azioni semplici tuttavia concrete che marcano la differenza nell’agire quotidiano. Queste iniziative adottate dal Gruppo Ratti rientrano nei progetti avviati con la campagna “Plastic free” promossa nel corso dell’anno dal Ministero dell’Ambiente, così come concorre al raggiungimento dell’Obiettivo 14 dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite per “conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”.

I coloranti naturali di Ratti

Costruire nella certezza, questo lo spirito con cui Ratti presenta, a Parigi, in occasione della nuova edizione di Première Vision, la propria novità creativa sostenibile. Dopo un lungo periodo di test, all’interno del proprio laboratorio di sviluppo e ricerca, il risultato ottenuto è una duplice applicazione dei coloranti: una palette di sessanta colori destinati alla tintura naturale dei filati, per la realizzazione di articoli tinto filo in lana, insieme a trenta coloranti naturali di stampa per la realizzazione di articoli in seta stampata.

La tintura dei filati che compongono la selezione degli articoli in tinto filo in lana è completamente naturale, di origine vegetale, realizzata attraverso processi eco-compatibili, il che significa un NON uso di qualunque prodotto chimico. I vantaggi di questo processo di tintura naturale sono, prima di tutto, la biodegradabilità, la bassa tossicità e l’assenza di reazioni allergiche sulla pelle. I filati prodotti, sono disponibili in un’inedita ed ampia cartella colore che spazia dal sandalo al mirtillo per toccare le tonalità della curcuma e della liquirizia, presentando, al contempo, buone caratteristiche di resistenza e solidità ai lavaggi oltre che all’esposizione alla luce.
I colori naturali per la stampa sono stati ricavati, partendo da estratti di origine vegetale, attraverso un procedimento che prevede una formulazione ad hoc per ogni tono. È la seta, la base su cui sono state realizzate le prove portando a buoni risultati in termini di aspetto e unitezza dei toni.

Questa scelta naturale da parte di Ratti, si muove all’unisono con l’offerta degli oltre ottanta articoli che, ad oggi, compongono la collezione responsabile. I coloranti naturali si presentano attraverso una declinazione libera, ma al contempo impeccabile e proseguono nella scia dello studio tecnologico e stilistico dell’azienda, da sempre attenta alle sperimentazioni, per dar vita, di collezione in collezione, tessuti e stampe di qualità per un guardaroba sempre sostenibile e sofisticato