Tutti gli articoli di

Tessuti per abiti, quando la materia prende forma

Esiste un fascino discreto associato al nome Ratti, un richiamo legato all’ipnosi delle grafiche e dei colori espressi attraverso infiniti metri di tessuto. Un percorso sofisticato composto da tessuti per abiti regolato da un’estetica allo stato puro che regola ogni taglio e ne dà respiro.

Ratti, attraverso le proprie collezioni di tessuti per abiti, ha avuto la capacità di vivere e superare le regole del vestire creandone di nuove, senza però trascurare nulla né codici, né heritage, fondando invece le basi di un nuovo modo di concepire il mondo dei tessuti.

Tessuti con mille sfaccettature

Il pregio dei tessuti per abiti di Ratti è prima di tutto nel pensiero e l’attenzione nel vestire. Ogni collezione rappresenta la perfetta sintesi di quella capacità di mischiare armonicamente i colori, motivi e fantasie e, non ultimo, far apparire questa ricerca dell’armonia come un esercizio naturale, un’attitudine parte del proprio dna.

I tessuti per abiti delle collezioni Ratti si muovono tra reminescenze e riappropriazioni nel senso che sanno cogliere la trasversalità degli stili, sfuggendo così a chi vorrebbe chiuderli in una definizione stabilendo limiti o confini. Ogni metro di tessuto traccia una mappa personale nell’eleganza di chi lo sceglie e l’indossa.

Non importa se il tessuto Ratti darà la forma ad un cappotto, ai revers di una giacca o la silouhette di un pantalone, ciò che conta è che ogni taglio si adatta all’uso, si modella sull’abito o spezzato che sia per esaltare ancora di più la personalità di chi lo indossa.

Tessuti: l’origine di un abito

Per arrivare al capo finito, tutto inizia con la scelta del tessuto. Il lavoro di creazione di una collezione di tessuti per abito nasce prima di tutto dalla ricerca, uno studio approfondito per acquisire conoscenze e stimoli che hanno fatto del gusto e della moda italiana, dalla dolce vita felliniana in poi, un punto di riferimento nel gotha dei brand di tutto il mondo.

Ogni metro di tessuto è studiato e progettato immaginando l’abito completo o lo spezzato per il quotidiano siano questi nei classici toni o un elegante stampa più appropriata per il pomeriggio o la sera. È il tessuto a dettare lo stile dell’abito, per questo il disegno della collezione è base portante di tutto il lavoro creativo.

Tessere poi rappresenta per Ratti una vera e propria arte: telai, movimenti di macchina e esperienza artigianale per intrecciare non solo trama ed ordito ma idee e talento lungo infiniti metri di tessuto ed arrivare sul tavolo delle sartorie e delle maison di moda, dove per attitudine al taglio e desiderio di creare uno stile, ogni tessuto troverà il proprio abito.

È quasi un rito, pura magia l’attimo in cui il tessuto Ratti viene steso e su di esso si traccia la forma dell’abito. È in quel segno che si vede la mano, si riconosce l’esperienza del couturier, si traccia uno stile riconoscibile per cui alcuni particolari del singolo ne determinano il successo.

Sartorie e tessuti Ratti per abito segnano un connubio indissolubile fatto di materia e gesti, linee e forme consacrando definitivamente l’osmosi tra moda ed abbigliamento. Da questo momento in poi i tessuti per abito di Ratti seguiranno le variazioni stagionali facendosi sempre trovare pronti al taglio facendo sì che ogni giacca o pantalone che nascerà non passerà mai di moda perché la loro fattura ed il tessuto sapranno vincere la sfida del tempo.

Tessuti pregiati, la cultura del fatto a mano

Da sempre l’abito esprime il desiderio di piacere, di far mostra di sé, della propria individualità ed importanza. Di conseguenza il tessuto con cui è confezionato deve essere pregiato, raffinato e, se possibile, esclusivo, tutte caratteristiche che si esprimono nella preziosità dei tessuti, nella varietà dei colori e dei motivi, oltre che nella linea e nella fattura che devono essere di prim’ordine.

L’elemento fondamentale che distingue gli abiti su misura dalle confezioni è sicuramente il cartamodello personalizzato, creato ad hoc dal sarto e il tessuto pregiato che viene selezionato per dar forma all’idea. È questa un’arte di chi padroneggia il mestiere in maniera perfetta tanto da trasferire il pregio del tessuto alla confezione, ricreando lo charme dell’abito fatto a mano. Se un cliente sperimenta il mondo del fatto a mano, i tessuti pregiati raccolti su bunch o barchette, l’ago, il filo e la maestria delle mani del sarto difficile che poi possa farne a meno. È questo un mondo a cui si resta fedeli, un mondo che rappresenta uno degli ultimi bastioni in cui la cura del tessuto, la progettazione e la realizzazione poi dell’abito restano legate all’arte del sarto.

Ad ogni abito di stile il suo tessuto pregiato

L’abito resta per eccellenza l’abbigliamento più raffinato per un uomo, sempre che linea, colore e tessuto siano giusti ed appropriati per l’occasione, all’ora della giornata, alla stagione o al clima. Quando si decide per un abito non bisogna cedere a compromessi: dalla linea naturale così da far risaltare al meglio la figura, al tessuto pregiato elemento imprescindibile per l’ottenimento di un risultato impeccabile.

Tra le tipoligie di tessuti pregiati, Carnet consiglia:

Gessato

Le righe bianche su fondo blu restano ancora oggi un classico per eccellenza. Ritenuto il tessuto pregiato simbolo dei businessman della finanza e della politica. Per questo motivo la scelta di questo tessuto è sempre presente nelle bunch Carnet e nelle collezioni presentate dalle case di moda.

Punta spillo

Conosciuto anche come sale e pepe, questo pregiato tessuto è un altro classico per la confezione degli abiti nelle sfumature del grigio o del blu scuro. Più sobrio rispetto ad un tessuto rigato, il puntaspillo è considerato un passepartout per ogni occasione.

Tinta unita

I tessuti pettinati tinta unita sono generalmente disponibili in ogni gradazione di colore che viene scelto in base all’uso che se ne farà dell’abito. Per non sbagliare e optare per un giacca/pantalone adatto tutto l’anno è preferibile scegliere uno spessore medio del tessuto e preferibilmente optare per colori scuri nelle tonatità del grigio.

Principe di galles

Il classico Glen Check è un motivo quadrettato che nasce in Scozia per identificare attraverso un tratto grafico l’appartenenza ad un clan. Seppur considerato un tessuto pregiato, questo tuto di tessuto non è adatto per la confezione di un abito “d’affari” ma resta preferibile per gli abiti sportivi da indossare nel tempo libero.

I tessuti pregiati proposti di collezione in collezione da Carnet sono tutti connotati da una forte impronta made in Italy, una caratteristica che racchiude nel medesimo tempo il romanticismo, la saggia eleganza ed un’idea di stile propria di un brand come Carnet.

Ratti partner di Milano Moda Graduate

Dopo il successo delle passate edizioni, Camera Nazionale della Moda Italiana ha lanciato la sesta edizione di Milano Moda Graduate, la manifestazione dedicata alle eccellenze delle scuole di moda italiane che si è tenuta il 27 settembre 2020 presso La Permanente, durante la Milano Fashion Week.

Tramite il progetto di Milano Moda Graduate, CNMI supporta i nuovi talenti creando un ambiente ricco e favorevole che introduca al mondo del lavoro i giovani emergenti, e offrendo un’importante occasione di networking, una piattaforma in cui imparare, confrontarsi e farsi notare da esperti del settore.

Tra i 6 finalisti della categoria di fashion design: Davide Panzeri (Istituto Marangoni), che ha realizzato 6 outfit con i tessuti offerti da Ratti.

Ratti a Milano Unica

Dal 9 al 11 luglio 2019, Ratti partecipa a Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile ospitato a Milano Rho – Fiera.

In quest’occasione Ratti presenterà le nuove collezioni di tessuti pensate per l’Autunno Inverno 2020, per uomo e donna.

La collezione Uomo è un moderno concatenarsi che racconta la nuova bellezza, un caos che, disegna momenti alternati di pura creazione senza perdere l’effimero brio e la continua voglia di sperimentare. Partendo dalle opere di Jackson Pollock il nuovo urban caos, esperimenta nuove coloriture, per arrivare, attraverso tecniche nuove, ad una frammentazione del colore al fine di ottenere una soluzione cromatica dall’effetto mélange inatteso che spezza il confine tra rigidità e fluidità riaffermando invece creatività e sorpresa. Il caos diventa così un caleidoscopio emozionante che si muove tra il mattone, l’oro brunito e l’antracite, il medium grey fino a toccare il dark denim.

La collezione Donna invece, nonostante i toni della stagione fredda, sceglie di affidarsi alla forza del colore, dando origine un’inedita sperimentazione tra motivi e decorazioni, che affonda le proprie radici nell’elegante classicità che da sempre costituisce il marchio.

Scopri le collezioni:

Milano Unica
Hall 16 Stand A14/A16
Milano Rho Fiera

Certificato di Eccellenza per Creomoda

Il Ministero degli Affari Sociali tunisino, tramite l’Ispettorato di Medicina e Sicurezza sul lavoro, ha conferito a Creomoda il certificato di eccellenza Covid, per l’impegno profuso nell’affrontare questa difficile situazione, raggiungendo il livello di conformità nella gestione del rischio Covid-19.

Fin da subito, Creomoda ha seguito scrupolosamente tutte le procedure richieste dal protocollo non solo all’interno del sito produttivo ma anche nell’organizzazione della logistica e dei trasporti, adottando tutte le misure necessarie per contrastare il diffondersi del virus.

Il personale medico che opera internamente a Creomoda e che fa parte dell’Ispettorato di Medicina e Sicurezza sul lavoro, dopo aver preso in esame la situazione ha stilato un report positivo all’Organizzazione di Controllo e Salute del Ministero tunisino che ha deciso di assegnare questa certificazione all’azienda

Per vivere un’esperienza omnichannel e digitale

Ratti, da sempre attenta alle esigenze dei propri clienti, punta sul digitale per offrire, anche in assenza di una presenza fisica, un’esperienza dal forte impatto emozionale, nella presentazione dei propri tessuti. L’elemento forse più innovativo di un’infrastruttura tecnologica che moltiplica le possibilità di interazione tra i clienti e l’azienda di Guanzate, sono i visori HoloLens2 , uno strumento che permette di creare un ambiente dove coesistono la realtà fisica del prodotto, altri player informativi ad hoc ed elementi di realtà virtuale. Microsoft HoloLens2 consente, infatti, ai partecipanti del meeting di interagire attraverso contenuti digitali e ologrammi visualizzati nell’ambiente circostante a chi li indossa. Sviluppati in collaborazione con la NASA, gli Hololens sono dei veri computer indossabili, dotati di sensori di movimento, di profondità, videocamere e microfoni così che l’interazione con il cliente sia il più reale possibile.

Contemporaneamente, è continuata l’opera di digitalizzazione dell’archivio storico Ratti che vanta al proprio interno oltre un milione tra tessuti, disegni e libri campionario. Questo processo di upgrade (l’archivio virtuale non sostituisce quello fisico, ma lo affianca, potenziando l’esperienza e l’efficacia della ricerca), in continuo divenire e miglioramento grazie ad un algoritmo di machine learning, consente ai clienti di poter cercare ispirazione tra oltre 400.000 disegni garantendo così un’esperienza virtuale, one to one, sempre più rapida ed efficace, che include anche la possibilità di simulare il risultato finale attraverso il rendering di diversi modelli di abbigliamento o di arredamento.

Tra gli obiettivi di Ratti, esplorando ambienti di realtà aumentata e connessioni live, c’è anche la messa a punto di processo collaborativo di sviluppo della creatività e del prodotto attraverso strumenti semplici, accessibili e con le funzionalità necessarie. Tra questi, una piattaforma di lavoro che funge da vera e propria scrivania virtuale condivisa con i clienti in cui le competenze creative dell’azienda si fondono con quelle digitali nel percorso di creazione, modifica e, non ultimo, approvazione dei disegni proposti dall’ufficio stile.

Ratti per Valextra

Per la prima edizione della Milan Fashion Digital Week, Valextra ha collaborato con Ratti, compagna di viaggio ideale, per creare un’installazione presentata nel negozio di Via Manzoni e online attraverso un breve film. Sailing Through Times racconta la storia di un fantastico viaggio via mare, che vede come protagonista la borsa più iconica di Valextra, la Iside, che qui diventa un’immaginaria barca a vela.

Ratti e Valextra hanno molti punti in comune: entrambi fondati tra le due Guerre Mondiali in Lombardia, da imprenditori visionari e ostinati che hanno creato le loro aziende su radici di creatività, innovazione, qualità ed eccellenza artigianale. Questo patrimonio condiviso ci ha portati ad essere riconosciuti negli anni come i migliori nel nostro campo.

L’installazione Sailing Through Times comprende 10 vele stampate con grafiche colorate, motivi degli anni ’60, ’70 e ’80 scelti tra i meravigliosi archivi Ratti. Le vele accompagnano più di 300 borse Iside (in 45 colori e 4 diverse dimensioni), che qui diventano simbolo di barche a vela che navigano in mare.

Quelle create da Ratti rappresentano vele amiche, che aiutano Valextra a navigare attraverso le acque tormentate del presente, muovendosi colorate nel vento per guidarci verso nuove avventure. Sailing Through Times: navigare attraverso tempi difficili e tempi più felici, insieme.

Guarda il video: Sailing through times

ARCHIVIO – GROWING UP

Materia tessile e innovazione digitale trovano nel rinnovato archivio Ratti un nuovo spazio per convivere sugli oltre 750 metri quadri aggiunti alla precedente struttura.

Percorrere i corridoi e passare in rassegna i 600.000 tessuti, piuttosto che sfogliare i 15.000 volumi che spaziano dalle carte prova ai preziosi libri fotografici disposti lungo le 6 scaffalature doppie che si muovono lungo 20 metri di lunghezza, significa compiere una ricognizione nel mondo della moda e del design degli ultimi 100 anni.

Nel rinnovato archivio Ratti i materiali tradizionali e nuovi s’intrecciano, sconfinano per essere impiegati in maniera inattesa e, grazie a rinnovati progressi tecnologici, permettono ai disegni di avere un’allure e soluzioni sempre più performanti. Trama e ordito spariscono lasciando spazio a tessuti e stampe risultato di una tradizione e di un’esperienza che solo in Ratti possono convivere.

Grazie, poi, alla sua completa digitalizzazione, si possono cogliere due registri e dimensioni di lettura di questo spazio: da un lato il tessuto inteso come prodotto finito, risultato continuo di ricerca, sperimentazione e investimento, dall’altro, vissuto e parte integrante con il mondo della moda, del design, dell’architettura e dell’arte.

Ratti Italian Wax

In occasione dell’edizione 2020 di Scoop, a Londra, il prossimo febbraio, Ratti propone la sua nuova collezione Italian Wax. Una serie di tessuti, 100% cotone made in Italy che mettono in risalto le somiglianze fra gli stili, senza per questo amalgamarli, per dimostrare che nonostante le differenze di culture esiste una condivisione di valori e tradizioni.

L’Italian Wax di Ratti è il risultato di creatività, immagini e tecniche che si rifanno ad un passato recente che fa del tessuto uno dei suoi capisaldi oltre che simbolo di appartenenza. La cifra stilistica che permea tutta la collezione è quella di una fusione di stili, colori e spunti appartenenti a culture oltre il Mediterraneo. Una serie di tessuti che possono essere definiti esplorativi di un mondo di tonalità decise affiancate a stampe insolite con micro e macro intrecci e fiori di grandi dimensioni.

Come una moderna sarabanda tra gioco e realtà i tessuti della nuova collezione si modellano perfettamente alle geometrie dell’abbigliamento femminile così come si sanno prestare al guardaroba maschile contraddistinto da abiti e giacche.

Fluidità e versatilità sono i must dell’Italian Wax Ratti, contraddistinto da un gusto romantico e interpretato attraverso gli ultimi trend della moda così da offrire ad una clientela trasversale uno strumento versatile che coniuga la storia di un brand come Ratti con il proprio heritage e la leggerezza e la contemporaneità del nuovo decennio degli anni 2000.

NEW DEAL

In occasione della nuova edizione di MilanoUnica (febbraio 2020), Ratti propone le nuove collezioni New Deal uomo e donna, confermando il proprio progetto di rendere concreta la stampa dei disegni tinto filo su lana, cotone e lino, offrendo un’infinita gamma di possibilità senza alcun vincolo creativo, legato alle tempistiche o più semplicemente al metraggio ordinato.

Attraverso le proposte della nuova collezione New Deal, Ratti rende ancora più forte il legame tra la propria arte della stampa con il mondo degli atelier di moda, intrecciando in un’unica trama esclusiva, ricerca stilistica, creatività e tendenze contemporanee.

I nuovi tessuti da uomo New Deal hanno uno spiccato senso della misura senza per questo perdere la loro scanzonata leggerezza. Non c’è un tema predominante nello stile della nuova collezione, si passa dai tocchi British che riprendono i motivi d’archivio, all’alta artigianalità nelle disegnature, per arrivare al glamour contemporaneo, il tutto tradotto in un linguaggio giovane e fresco. Il risultato è una gamma di tessuti che tratteggiano un uomo impeccabile ma al tempo stesso rilassato che indossa ed interpreta i disegni check, vero light motive della collezione, con una libertà e disinvoltura tutta nuova.

La donna New Deal gioca invece con i cromatismi che ruotano attorno al rosa in ogni sua tonalità e filo conduttore tra i classici bianchi, blu e rossi, senza, per questo, tradire l’heritage del brand con la sua cura per i particolari e la continua ricerca di un’eleganza che si fa notare senza eccedere nell’esibizionismo. I tessuti femminili della collezione New Deal mostrano un’intelligente evoluzione concettuale delle stampe per una donna in grado di osare con stile, quasi fosse una moderna Jackie Kennedy, per cui diventano fondamentali gusto, equilibrio e delicatezza in un momento in cui c’è troppa mascolinità.

Ancora una volta, l’ufficio stile Ratti ha saputo trovare un nuovo equilibrio tra innovazione e concretezza per una collezione di tessuti stampati, in grado di far dialogare fra loro elementi contrastanti per un ensamble assolutamente armonico.