Tutti gli articoli di Ratti

Ratti leader nella produzione di tessuti italiani

Quando si parla di moda, stile e tessuti pregiati, non si può non pensare al Gruppo Ratti. Grazie alla sua produzione di tessuti italiani, l’azienda comasca combina il talento dei propri maestri con la migliore produzione made in Italy, dando via a tessuti di raffinata eleganza dove creatività e gusto estetico sono elementi fondamentali.

Con i suoi 5 milioni di metri di tessuto, il Gruppo Ratti è tra i principali produttori di tessuti pregiati italiani, costituendo un partner fondamentale non solo delle principali case di moda internazionali – che scelgono Ratti per i suoi famosi tessuti italiani – ma anche per tutti coloro che fruiscono delle tecnologie digitali e vogliono scegliere un tessuto italiano on-line.

La seta tessuto italiano per eccellenza

Entrando nelle specifico della produzione di tessuti italiani per cui Ratti è famosa, occorre citare come primo esempio la seta con le sue declinazioni di satin, chiffon o duchesse: tutti tessuti pregiati che, proprio per questa loro peculiarità, sono destinati al mondo dell’alta moda con le sue creazioni uniche.

È questo un mondo esclusivo, in cui la grande tradizione ed esperienza del gruppo Ratti diventa un elemento fondamentale per la creazione di abiti esclusivi costruiti proprio grazie ai tessuti italiani che, con la loro leggerezza, tridimensionalità e, non ultimo, con i loro disegni e colori, sanno esaltare la figura femminile.

Il mondo laniero dei tessuti italiani

Volendo fare un ulteriore esempio di quanto la famiglia dei tessuti pregiati italiani di Ratti sia ampia non si possono non citare i tessuti famosi del mondo laniero o il cashmere: unici, anche loro, per tipologia e finezza, perfetti per la creazione di abiti maschili o, ancora una volta, per capi d’alta moda estremamente sofisticati.

Tra i produttori di tessuti italiani, quella di Ratti è una storia di lunga data, che attraverso i propri prodotti di qualità, destinati al mondo dell’alta moda così come al mondo dell’on-line, ha saputo fornire una vastissima gamma di tessuti pregiati per un guardaroba che, indipendentemente dalla latitudine, parla italiano.

Ratti e una gestione sostenibile del proprio business

In questi ultimi anni, in cui il tema dei tessuti sostenibili è diventato il fulcro attorno al quale l’industria della moda si muove, Ratti punta a una gestione più sostenibile del proprio business per rimanere al passo con le aspettative e le richieste dei clienti. Per queste ragioni, è ancora più impellente il desiderio di Ratti di migliorare con nuove tecniche all’avanguardia e nuovi protocolli la sua offerta di tessuti pregiati che di tessuti sostenibili italiani.

NON SOLO TESSUTI SOSTENIBILI

L’offerta dei tessuti sostenibili si è allargata da quando è stata lanciata nel 2017 la prima Collezione Responsabile a tal punto che nel 2020 la Collezione Responsabile è stata abolita annunciando che tutte le collezioni Ratti erano composte da tessuti sostenibili.

Ad oggi, Ratti conta 200 articoli tra le diverse fibre ecologiche e certificate tra cui il cotone biologico Gots, la canapa, fino ai tessuti più ecosostenibili come la seta biologica Gots, tessuto pregiato italiano del bacino del Lago di Como, e il lino.

Due nuove certificazioni sono state aggiunte nel bagaglio responsabile dell’azienda: la certificazione Forest Stewardship Council FSC relativa ai prodotti in viscosa realizzati con materiali provenienti da foreste sostenibili e la certificazione GRS per i tessuti pregiati in poliestere, nylon e lana riciclati secondo i dettami del Recycled Claim Standard RCS che sono stati estesi a nuove composizioni.

Tra le nuove certificazioni Gots la lana biologica viene selezionata con cura da allevamenti non intensivi in cui gli animali vengono tosati nei giusti periodi dell’anno e soprattutto, grazie agli standard molto severi, vengono nutriti con mangimi naturali.

TESSUTI PER UNA MODA ECOSOSTENIBILE

Come si può comprendere, i tessuti sostenibili prodotti in casa Ratti si muovono all’unisono con le certificazioni che il gruppo ha ottenuto nel corso di questi anni a tutela non solo dei maestri che lavorano all’interno dell’azienda ma, anche, della loro esperienza e creatività, per dare vita di stagione in stagione, ad una moda ecologica e sostenibile.

Tessuti di design

Senza partire dalla tela di Penelope, tessuta durante il giorno e disfatta durante la notte per ingannare i pretendenti, i tessuti per l’arredamento sono, da secoli, considerati un sinonimo di comfort e lusso, di bellezza esclusiva oltre che di praticità all’interno delle abitazioni.

È questo un mondo, differentemente dal fashion, che si fonda sulla certezza, raccontando, di volta in volta, storie nuove attraverso fibre naturali come il lino, il cotone, la lana o il velluto.

Tessuti per l’arredamento che non sono creati semplicemente per arredare ma per enfatizzare la personalità di uno spazio, rendere prezioso un ambiente, anche solo attraverso un divano o una poltrona.

In questo quadro, i tessuti per l’arredo della divisione Domus di Ratti, rappresentano una collezione colta, che nasce senza un’ispirazione concreta se non il colore stesso, con tutte le sue varianti, anche quelle più tenui e nascoste, attraverso le quali il tessuto d’arredo si presenta nella forma più raffinata ed elegante.

Tessuti per l’arredamento, tra classicismo e innovazioni

I tessuti per l’arredo, oltre che a raccontare un percorso che ha spesso rimandi al classicismo fino a sfociare in un minimalismo estremo, presentano un’inclinazione tecnologica ed ecofriendly dal momento che nulla è lasciato al caso: la perfomance è componente fondamentale nella scelta commerciale.

Per queste ragioni, nella divisione Domus di Ratti spicca la ricerca sulla materia tessile, con risultati inediti che regalano ai tessuti per l’arredo consistenze inedite e tridimensionali che esaltano la corposità e la ricchezza tra trama e ordito. I tessuti per l’arredamento jacquard diventano così preziose tele grazie a fili e a laminature metalliche per restituire, in un gioco infinito di rimandi, una luminosità inaspettata.

Le fibre naturali per i tessuti d’arredo

I tessuti per l’arredo di Ratti Domus privilegiano le fibre naturali come la seta, la lana e il cotone in pesi che passano dall’ultra leggero all’ultra pesante. Nella collezione, però, non sono presenti solamente tessuti a telaio ma anche tessuti d’arredamento stampati con tonalità che variano dai mauve ai rosati fino ai blu, così da avvicinarsi al gusto di tutti e non stonare all’interno degli ambienti.

In quest’ottica, l’estetica dei tessuti per l’arredamento è scandita da momenti e suggestioni in grado di esaltare le proporzioni tra disegno e la materia su cui ogni elemento trova forma in un connubio che crea armonia tra la funzionalità d’impiego e l’estetica degli uffici stile. È questa una fusione tra aspetti tecnici e creativi dai cui nasce un nuovo equilibrio perfetto, ricetta giusta del tessuto di design e successo.

I tessuti d’arredamento: velluto di cotone, lana, lino e broccato

Tra i tessuti d’arredamento sicuramente il velluto di cotone occupa una posizione privilegiata. Questo tessuto nasce attraverso un’accurata selezione del cotone mercerizzato più soffice e resistente per ottenere un velluto italiano di alta qualità confortevole e resistente. Inoltre, è un tessuto d’arredo particolarmente versatile grazie a speciali finissaggi che esaltano i trattamenti anti-goccia ed antimacchia rendendolo adatto per tutti gli ambienti della casa. Avvolgente, dalla mano morbida e corposa, il velluto della collezione Ratti Domus ha carattere e personalità non solo da un punto di vista estetico ma soprattutto per le performance offerte.

La lana, il famoso vello d’oro che Giasone barattò con il regno di Iolco, è ancora oggi considerato un tessuto simobolo di ricchezza non solo nel mondo della moda ma anche in quello dell’arredo. La tradizione vuole, infatti, che la lana fosse usata per imbottire e rivestire il cuscino su cui venivano incoronati i monarchi in Spagna fin dal 1429 ed ancora oggi è dello stesso tessuto il cuscino ed i paramenti della Camera dei Lord quando è presente la regina. Oggi come allora, la lana è un caposaldo nelle collezioni per la semplice freschezza e quella linearità tessile e grafica che non passa mai di moda.

Tra i tessuti per l’arredamento che meritano menzione ci sono sicuramente il lino e il broccato per il rivestimento di divani e poltrone oltre che per i tendaggi. Parlando di questi tessuti  non si corre il rischio di cadere nel classico né tanto meno nei ghirigori del  Barocco perché i colori e le grafiche proposte dalla Ratti Domus, presentano tonalità fresche in abbinamento a geometrie e disegnature delicate nella loro semplicità.

I tessuti d’arredo della collezione Ratti Domus sono pensati per una casa contemporanea pervasa da quel tocco di cultura e personalità in cui lo stile si coniuga con l’estetica del gusto in una costante ricerca di autenticità e unicità.

tessuti per foulard

Tessuti per foulard

Quando si parla di tessuti foulard legati al brand Ratti, si parla di una storia che si dipana lungo metri di seta, cotone e viscose stampati. Elementi che raccontano di una creatività allo stato puro, di innovazione tecnologica e produttiva oltre che di una bellezza celata dietro ogni piega che il tessuto assume, svelando piano piano l’anima stessa della collezione.

I tessuti prodotti per questi accessori, all’interno dello stabilimento di Guanzate, sono declinati in  numerose varianti dalla forte personalità espressiva, grazie alla fluidità della materia, alla corposa liquidità dei colori e al movimento creativo delle stampe, segni tangibili di una ricerca costante del bello.

Tessuti per foulard

Un battito più intenso scandisce invece il ritmo dei tessuti per i foulard e, in generale, per l’accessorio femminile. Le fantasie, i grafismi e i colori partono sempre da libri e disegni dell’archivio storico, punto di partenza dell’eleganza classica finalizzata a cercare una nuova interpretazione dei del fashion più attuale.

Le grafiche dei tessuti per foulard Ratti spingono gli estimatori ad avvicinarsi per gustare a fondo le tecniche di stampa dove ogni segno traduce, in un tratto grafico animato e vivo, la bellezza di questa arte. Sono proposte materiche che riverberano la corposità del tessuto, unita all’impatto che il colore ha su di esse in un moltiplicarsi senza fine.

Creatività e qualità

Nelle collezioni di tessuti per foulard Ratti, il lessico cromatico si evolve di cromatismo, avvicinando il desiderio alla meraviglia al fine di sorprendere. Proprio questo vuol dire saper creare. In questo vortice di tonalità si passa dai colori primari, che evocano atmosfere vintage, come i cipria e i bodeaux o i blu fino alle tonalità petrolio. Si giunge poi, in un’iperbole creativa, che tocca anche le tonalità fluo che, in un flash, sparigliano le regole.

Un sapiente mix di tessuti per  foulard

Le parole d’ordine di queste collezioni di tessuti per foulard sono creatività e qualità accostate e mescolate fra loro attraverso la seta, il cotone, la lana. Tutti materiali diversi, ciascuno esaltato attraverso le proprie caratteristiche intrinseche e le potenzialità più significative. Tante proposte di accessori, tutte create per esprimere stili di vita diversi, dai più classici ai più trasgressivi, ma, sempre, interpretati e vissuti con spirito libero. Ogni accessorio nasce per incoraggiare le persona ad andare lontano con la fantasia.

L’estetica delle collezioni di tessuti per foulard è scandita da momenti e suggestioni in grado di esaltare le proporzioni tra forma e materia, un connubio armonioso tra funzionalità ed estetica, tra aspetti creativi e tecnici, sempre alla ricerca della ricetta giusta per creare un tessuto perfetto.

Ratti e le diverse tecniche di stampa su tessuto: qualità, tradizione e innovazione

La cultura e la specializzazione degli artigiani locali, in tema di tecniche di stampa, costituiscono il più autentico tratto distintivo della qualità e dello stile Ratti. Elementi che hanno permesso all’impresa di diventare, fin dall’inizio, uno dei maggiori produttori al mondo di tessuti stampati, dedicati ad abbigliamento, cravatteria, camiceria, moda mare e arredamento.

In Ratti le tecniche di stampa su tessuto sono la sintesi tra heritage e innovazione, così come tra maestria e dedizione, permettendo al Gruppo di attraversare il tempo. Generazioni di appassionati lavoratori specializzati in quest’arte, oltre che nella conoscenza delle diverse fibre naturali, composite fino a quelle più innovative.

Ratti gestisce e controlla l’intero ciclo produttivo: dall’idea creativa che si sviluppa attorno a un disegno, alla progettazione del tessuto fino alla fase di nobilitazione, vanta al proprio interno diversi reparti dedicati alla stampa su tessuto. Qui vengono utilizzate tutte le tecniche, da quelle tradizionali a quelle maggiormente all’avanguardia.

Stampa su tessuti, colore e colorante

Alla base di ogni procedimento di tintura o tecnica di stampa in Ratti viene creato un forte legame tra la fibra tessile e il colorante. Nel dettaglio: nella tintura a esaurimento il colore passa dalla soluzione alla fibra, dove si diffonde. Nella stampa invece il colorante viene applicato meccanicamente nei punti che devono essere colorati. In sintesi, il colore viene applicato come se si trattasse di una normale stampa editoriale o di una illustrazione.

Tra le tecniche di stampa su tessuto utilizzate in Ratti, la stampa diretta rappresenta il caso più semplice, ovvero quello in cui il colore viene applicato sulle sole zone del tessuto dove si vuole ottenere il disegno e viene fissato in un secondo tempo.

Solitamente il colorante si applica a partire da una soluzione acquosa concentrata che viene addensata con amidi o colle particolari, fino a raggiungere la consistenza di un fluido più o meno denso detto pasta di stampa. Con questa si provvede a spalmare tutto il tessuto secondo uno schema prefissato, dettato dal disegno. Gli addensanti della pasta di stampa hanno la funzione di aumentare la viscosità ma non quella di incollare il colore sulla fibra, tanto che vengono eliminati durante la fase di lavaggio del tessuto. Nel caso di stampa diretta digitale, il colorante assume un aspetto più liquido, pari a un inchiostro che viene stampato sul tessuto attraverso un getto di colore.

La tecnica di stampa per corrosione parte da un tessuto già tinto in modo uniforme. Si provvede poi a rimuovere (corrodere) il colorante aggredendolo chimicamente. Supponendo di avere un tessuto tinto con un colore scuro, avremo il motivo di stampa visibile con una tinta più chiara sul fondo uniforme. In questo caso la pasta di stampa conterrà solo agenti ossidanti o riducenti, se invece la pasta contenesse coloranti resistenti al trattamento chimico, si otterranno semplicemente dei motivi colorati.

Con la tecnica di stampa per riserva si parte da una pasta contenente una cera o una resina in grado di rendere impermeabile (temporaneamente) il tessuto, stampando il motivo in negativo. Si tinge o si stampa uniformemente il tessuto con i coloranti previsti e subito dopo la fissazione viene eliminato l’agente riservante. Il colore nelle zone “riservate” non è fissato e queste mantengono il colore originale.

Ultima tecnica di stampa su tessuto utilizzata da Ratti è la stampa transfer. Il procedimento consiste nel deporre una pasta su un “mezzo di trasporto” (inRatti si usa una carta particolare) e successivamente, con l’ausilio di una calandra a caldo, trasferirla sul tessuto. Si tratta di una tecnica di stampa che sfrutta il procedimento della sublimazione, ossia il colorante si trasforma in gas che penetra nella fibra. Questa tecnica è solitamente usata su tessuti di poliestere.

Tutte queste tecniche di stampa si effettuano mendiate diverse tecnologie, tra cui la stampa tradizionale su tavolo sia questo a mano, carrello o rotante, sia digitale ink-jet.

L’eccellenza raggiunta nel mondo delle stampe su tessuto da parte di Ratti è frutto di un lavoro costante oltre che un modo di essere e pensare. Per questi motivi l’azienda continua a credere e a investire sia nella stampa tradizionale sia nelle sue espressione tecniche più innovative.

La lunga ma sempre nuova arte della seta

Vivere la seta è un’arte, oggi come ieri” è questo l’obiettivo del gruppo Ratti. Un’intuizione che si è trasformata in un lavoro lungo decenni: la seta è vocazione alla bellezza, che diventa impegno quotidiano e coinvolge tutti coloro che operano all’interno dei cancelli dello stabilimento di Guanzate.

Qui questo nobile tessuto trova il suo equilibrio, tra innovazione e concretezza, sempre nel pieno rispetto della maestria dei propri professionisti, della salvaguardia dell’ambiente e, non ultimo, dei valori e principi su cui Ratti è fondata.

Seta, tessuto legato all’eleganza

In un mondo costruito sulla ricerca della bellezza, dove l’eleganza è una qualità del comportamento che trasforma la massima quantità dell’essere, Ratti prosegue la propria opera di cura e valorizzazione nell’utilizzo di un materiale prezioso come la seta.

È la seta stessa il motore di questa passione, che parte dall’estrema attenzione per il dettaglio per cui tutto è osservato con lo sguardo di chi si appropria, con autonomia, di formule, codici e di grafismi estetici dalla forte impronta italiana.

Seta: tra tradizione e innovazione

Le collezioni Ratti raccontano la seta come testimonianza di sogni, radici e futuro in cui l’heritage si ritrova non solo nelle scelte stilistiche adottate ma, anche, nell’immensa conoscenza di questo materiale naturale come base concreta del talento.

La seta Ratti abbraccia la pittura, il ricamo e ovviamente la stampa, al fine di creare tessuti frutto di un progetto creativo che non solo deve mettere in risalto la vivacità dei disegni ma anche il mestiere che sta dietro ogni creazione. Un materiale impalpabile, un trait d’union tra la classicità che rimanda ai motivi d’archivio e la ribellione tracciata dai disegni geometrici o da una nuova interpretazione del tema floreale che prende corpo sugli eterei cady. Così interpretata, la seta racconta una donna romantica, che strizza l’occhio al narcisismo della haute couture senza però perdere quel suo essere moderna, dinamica e sempre desiderosa di esprimere il proprio carattere.

Tessuti in seta per abbigliamento e moda uomo

Per quanto riguarda la seta in chiave maschile, l’ufficio stile Ratti traccia un percorso nel mondo della moda e della cravatteria, disegnando tessuti che simbolicamente rompono i limiti esistenti tra costruzione e descostruzione. La seta diventa così il tramite per raccontare una nuova bellezza, alternando momenti di pura creazione e la voglia di continuare a sperimentare.

La seta diventa la tela ideale per sperimentare nuove coloriture, fino ad ottenere una frammentazione dei toni simile all’effetto melange che spezza il confine tra il classico del tessuto da cravatta e le infinite nuances creative. I classici motivi del tessuto della cravatteria trovano nel tessuto di seta una svolta dettata dalla vibrante vivacità delle catene alternate o, ancora, dalla presenza di geometrie moderne, di oggetti iconici o semplicemente delle cifre. Si tratta di stampe su seta che esaltano la potenzialità industriale del gruppo, mostando al contempo l’eccellenza artigianale.

Tessuti ecologici per abbigliamento

Ratti è da sempre attenta nel non disattendere quelle che stanno diventando per i propri clienti le priorità nella scelta di un tessuto, di un servizio o più in generale di un brand. Una nuova economia sempre più affidata alle energie rinnovabili e a processi produttivi che rispettino l’ambiente. Questi sono i nuovi mantra del consumatore moderno e questi sono i capisaldi del Gruppo Ratti con la propria offerta di tessuti ecologici per l’abbigliamento.

I tessuti ecologici Ratti, presentano una mano piena, dal tocco fine, un gusto che rispetta la tradizione per una rilassata eleganza in cui ogni dettame stilistico è rigovernato e riportato ad una compostezza caratteristica del dna del brand. Le linee grafiche poi insieme alle cromie valorizzano l’eccellenza della ricerca del brand verso questi tessuti ecologici e la cura maniacale per la qualità.

Questa famiglia di tessuti ecologici, oltre ad enfatizzare le nuove tecniche all’avanguardia nel mondo del tessile, ricrea nuovi codici per portare alla ribalta nuovi aspetti sostenibili della moda in un percorso tracciato con grande rigore.

Tessuti ecologici per una scelta sostenibile

La scelta adottata da Ratti verso i tessuti ecologici nasce prima di tutto dal proposito di continuare a proporre tessuti sempre nuovi ed innovativi in bilico tra il bisogno di non tradire la propria tradizione ma, al contempo, assecondare le nuove aspettative in tema di sostenibilità. È in questa dicotomia che va ricercato il significato dell’essere sostenibile del Gruppo Ratti: un preciso scopo d’intenti per offrire sul mercato un prodotto ecologico nuovo segno distintivo del marchio.

L’offerta di tessuti ecologici

Principe dei tessuti ecologici è il cotone biologico, standard Gots, coltivato con metodi e prodotti che hanno un basso impatto ambientale, senza l’utilizzo di pesticidi o fertilizzanti chimici. Un tessuto destinato all’uso quotidiano dal fascino senza tempo, ripreso e reinterpretato dalle più importanti maison di moda del mondo.

Accanto al cotone, doveroso annoverare, per la stagione calda, il lino. Da sempre considerato per le sue proprietà, un tessuto ecologico nobile. Il lino può essere coltivato utilizzando solo l’acqua piovana per l’irrigazione e, nell’alternanza delle colture, favorisce la rigenerazione dei terreni.

Sempre per la stagione estiva, Ratti tra i propri tessuti ecologici consiglia la seta biologica standard Gots. In questo caso i gelsi vengono coltivati senza l’uso di sostanze nocive ed i bachi non subiscono nessun trattamento con medicinali o antibiotici. La seta ecologica Ratti è per sua costituzione emblema materico del brand, un tessuto che si nutre del passato per dar vita a nuove creazioni del presente.

Per mantenere la fiducia dei clienti, Ratti sceglie di proporre i propri nuovi tessuti ecologici, continuando ad assicurare la qualità e l’eccellenza stilistica dei propri prodotti, garantendo in questo modo la propria responsabilità come brand.

Tessuti per alta moda

Da sempre l’alta moda regala sogni cercando di rendere concreto l’effimero ed esaltare attraverso tessuti e abiti l’innata bellezza femminile. Ratti non poteva non fare parte di questo mondo, combinando il proprio talento nel creare tessuti di rara bellezza con l’equilibrio delle forme e i contorni dei volumi, per dar vita ad un’estetica ed un proprio linguaggio.

I tessuti d’alta moda del Gruppo Ratti, coniugano fantasia e mestiere avvolgendo ad ogni drappeggio la figura femminile, sottolineando, nel medesimo tempo, la simmetria di ogni movimento. La collezione più esclusiva di Ratti è simile ad una tavolozza dalle sfumature voluttuose dove i colori accesi si alternano a tonalità pastello più eteree e delicate.

Ogni tessuto destinato al mondo dell’alta moda viene approcciato dall’ufficio stile Ratti privilegiando un lavoro metodico anche se, poi, sono fantasia e creatività a dettare il ritmo di ogni declinazione.

I principali temi dei tessuti moda

Sono le composizioni floreali, il tema principe dei tessuti d’alta moda di Ratti. Ogni bouquet rappresenta il disegno prediletto, creato e stilizzato a seconda dei trend ed il gusto del momento, facendo, al contempo, scaturire tutta la sinuosità del futuro abito e la ricchezza dell’haute couture.

Accanto a questo tema, a farla da padrone sulla scena dei tessuti d’alta moda ci sono gli animalier rivisti e corretti in una miriade di interpretazioni. Con la stessa grinta delle stampe a tema animalier nella collezione lusso Ratti trovano spazio i tessuti con motivi geometrici e la loro infinita sperimentazione grazie a sovrapposizioni ed incastri che mettono in evidenza la virtuosità tecnica dell’ufficio stile.

Tessuti 3D e volumi

Per poter realizzare gli abiti d’alta moda, Ratti mette a disposizione velluti devorè, jaquard e fil coupè, sete duchesse, satin, chiffon.

Quando si parla di devorè il riferimento è sempre al velluto. Il devorè  è un tipo di lavorazione che riprendendo il termine francese “divora” il tessuto. Si tratta di un sistema di stampa tessile per cui viene eliminata una parte del tessuto stesso per cui il fondo risulta trasparente, favorendo così la visualizzazione di un disegno che prende forma dalle fibre non “divorate”.

È la grande tradizione ed esperienza Ratti la base sulla quale prendono vita gli jacquard ed i fil coupè delle collezioni, pezzi unici di ineguagliabile bellezza. Tessuti destinati alla sartoria d’alta moda grazie alla tridimensionalità dei fondi sui quali si muovono micro e macro disegni che giocano con filati e colori.

Alla grande famiglia della seta appartengono i satin, gli chiffon o la leggerezza dei duchesse, tessuti destinati alla realizzazione di prodezze di rara bellezza come solo in alta moda si possono trovare. Un mondo di tessuti dove maestria e minuzia vengono composti capolavori utilizzando i crespi e gli chiffon per creare una figura allo stesso tempo lieve e raffinata, senza per questo perdere il volume e la consistenza dell’abito.

Ultimo esempio, ma non meno importante il mondo laniero ed il cashmere unico nel suo genere e di pregiata qualità, che grazie alla versatilità delle fibre si presta alla creazione di abiti d’alta moda estremamente sofisticati e dal taglio impeccabile.

Quello di Ratti è un savoir faire di lunga data, che attraverso i propri tessuti, destinati al mondo dell’alta moda, ha saputo fornire una gamma di tessuti infinita creando giochi raffinati di colori e materia che sanno sempre catturare l’attenzione dello sguardo.

Tessuti per abiti, quando la materia prende forma

Esiste un fascino discreto associato al nome Ratti, un richiamo legato all’ipnosi delle grafiche e dei colori espressi attraverso infiniti metri di tessuto. Un percorso sofisticato composto da tessuti per abiti regolato da un’estetica allo stato puro che regola ogni taglio e ne dà respiro.

Ratti, attraverso le proprie collezioni di tessuti per abiti, ha avuto la capacità di vivere e superare le regole del vestire creandone di nuove, senza però trascurare nulla né codici, né heritage, fondando invece le basi di un nuovo modo di concepire il mondo dei tessuti.

Tessuti con mille sfaccettature

Il pregio dei tessuti per abiti di Ratti è prima di tutto nel pensiero e l’attenzione nel vestire. Ogni collezione rappresenta la perfetta sintesi di quella capacità di mischiare armonicamente i colori, motivi e fantasie e, non ultimo, far apparire questa ricerca dell’armonia come un esercizio naturale, un’attitudine parte del proprio dna.

I tessuti per abiti delle collezioni Ratti si muovono tra reminescenze e riappropriazioni nel senso che sanno cogliere la trasversalità degli stili, sfuggendo così a chi vorrebbe chiuderli in una definizione stabilendo limiti o confini. Ogni metro di tessuto traccia una mappa personale nell’eleganza di chi lo sceglie e l’indossa.

Non importa se il tessuto Ratti darà la forma ad un cappotto, ai revers di una giacca o la silouhette di un pantalone, ciò che conta è che ogni taglio si adatta all’uso, si modella sull’abito o spezzato che sia per esaltare ancora di più la personalità di chi lo indossa.

Tessuti: l’origine di un abito

Per arrivare al capo finito, tutto inizia con la scelta del tessuto. Il lavoro di creazione di una collezione di tessuti per abito nasce prima di tutto dalla ricerca, uno studio approfondito per acquisire conoscenze e stimoli che hanno fatto del gusto e della moda italiana, dalla dolce vita felliniana in poi, un punto di riferimento nel gotha dei brand di tutto il mondo.

Ogni metro di tessuto è studiato e progettato immaginando l’abito completo o lo spezzato per il quotidiano siano questi nei classici toni o un elegante stampa più appropriata per il pomeriggio o la sera. È il tessuto a dettare lo stile dell’abito, per questo il disegno della collezione è base portante di tutto il lavoro creativo.

Tessere poi rappresenta per Ratti una vera e propria arte: telai, movimenti di macchina e esperienza artigianale per intrecciare non solo trama ed ordito ma idee e talento lungo infiniti metri di tessuto ed arrivare sul tavolo delle sartorie e delle maison di moda, dove per attitudine al taglio e desiderio di creare uno stile, ogni tessuto troverà il proprio abito.

È quasi un rito, pura magia l’attimo in cui il tessuto Ratti viene steso e su di esso si traccia la forma dell’abito. È in quel segno che si vede la mano, si riconosce l’esperienza del couturier, si traccia uno stile riconoscibile per cui alcuni particolari del singolo ne determinano il successo.

Sartorie e tessuti Ratti per abito segnano un connubio indissolubile fatto di materia e gesti, linee e forme consacrando definitivamente l’osmosi tra moda ed abbigliamento. Da questo momento in poi i tessuti per abito di Ratti seguiranno le variazioni stagionali facendosi sempre trovare pronti al taglio facendo sì che ogni giacca o pantalone che nascerà non passerà mai di moda perché la loro fattura ed il tessuto sapranno vincere la sfida del tempo.

Tessuti pregiati, la cultura del fatto a mano

Da sempre l’abito esprime il desiderio di piacere, di far mostra di sé, della propria individualità ed importanza. Di conseguenza il tessuto con cui è confezionato deve essere pregiato, raffinato e, se possibile, esclusivo, tutte caratteristiche che si esprimono nella preziosità dei tessuti, nella varietà dei colori e dei motivi, oltre che nella linea e nella fattura che devono essere di prim’ordine.

L’elemento fondamentale che distingue gli abiti su misura dalle confezioni è sicuramente il cartamodello personalizzato, creato ad hoc dal sarto e il tessuto pregiato che viene selezionato per dar forma all’idea. È questa un’arte di chi padroneggia il mestiere in maniera perfetta tanto da trasferire il pregio del tessuto alla confezione, ricreando lo charme dell’abito fatto a mano. Se un cliente sperimenta il mondo del fatto a mano, i tessuti pregiati raccolti su bunch o barchette, l’ago, il filo e la maestria delle mani del sarto difficile che poi possa farne a meno. È questo un mondo a cui si resta fedeli, un mondo che rappresenta uno degli ultimi bastioni in cui la cura del tessuto, la progettazione e la realizzazione poi dell’abito restano legate all’arte del sarto.

Ad ogni abito di stile il suo tessuto pregiato

L’abito resta per eccellenza l’abbigliamento più raffinato per un uomo, sempre che linea, colore e tessuto siano giusti ed appropriati per l’occasione, all’ora della giornata, alla stagione o al clima. Quando si decide per un abito non bisogna cedere a compromessi: dalla linea naturale così da far risaltare al meglio la figura, al tessuto pregiato elemento imprescindibile per l’ottenimento di un risultato impeccabile.

Tra le tipoligie di tessuti pregiati, Carnet consiglia:

Gessato

Le righe bianche su fondo blu restano ancora oggi un classico per eccellenza. Ritenuto il tessuto pregiato simbolo dei businessman della finanza e della politica. Per questo motivo la scelta di questo tessuto è sempre presente nelle bunch Carnet e nelle collezioni presentate dalle case di moda.

Punta spillo

Conosciuto anche come sale e pepe, questo pregiato tessuto è un altro classico per la confezione degli abiti nelle sfumature del grigio o del blu scuro. Più sobrio rispetto ad un tessuto rigato, il puntaspillo è considerato un passepartout per ogni occasione.

Tinta unita

I tessuti pettinati tinta unita sono generalmente disponibili in ogni gradazione di colore che viene scelto in base all’uso che se ne farà dell’abito. Per non sbagliare e optare per un giacca/pantalone adatto tutto l’anno è preferibile scegliere uno spessore medio del tessuto e preferibilmente optare per colori scuri nelle tonatità del grigio.

Principe di galles

Il classico Glen Check è un motivo quadrettato che nasce in Scozia per identificare attraverso un tratto grafico l’appartenenza ad un clan. Seppur considerato un tessuto pregiato, questo tuto di tessuto non è adatto per la confezione di un abito “d’affari” ma resta preferibile per gli abiti sportivi da indossare nel tempo libero.

I tessuti pregiati proposti di collezione in collezione da Carnet sono tutti connotati da una forte impronta made in Italy, una caratteristica che racchiude nel medesimo tempo il romanticismo, la saggia eleganza ed un’idea di stile propria di un brand come Carnet.