Archivio Ratti

barra_grigia

La contemplazione della Bellezza, sintesi di storia, arte e creatività

archivio-ratti

Da dove nasce l’ispirazione?

L’idea non compare dal nulla, è sempre legata a un elemento, che sia un ricordo, una parola pronunciata da qualcuno, una fotografia in un museo, anche semplicemente una sensazione provata in un preciso istante. L’ispirazione è ovunque e va alimentata continuamente.

Da noi i principali stimoli sono di natura tessile. Grazie all’archivio Ratti i nostri professionisti possono consultare decenni di storia. Dal leggendario foulard F1 disegnato dal fondatore Antonio Ratti, agli oltre 600.000 tessuti e disegni realizzati nel corso degli anni, ciascuno accompagnato dal bozzetto di partenza, la carta-prova e il campione.

Partire dai risultati, per raggiungere sempre nuovi traguardi

Nella convinzione che solamente conoscendo il passato si può dar vita al futuro, osserviamo, accarezziamo e studiamo i tessuti di un tempo come fonte d’ispirazione. Essi, in quanto snodo fondamentale per lo sviluppo del prodotto, sono collocati per genere, griffe e lavorazione, disposti a scaffale aperto secondo un albero classificatorio studiato ad hoc per rendere la consultazione più semplice e fruibile a tutti.

Stile, eleganza, fantasia, lusso, attenzione al dettaglio: entrando nell’archivio si viene catapultati in un universo caleidoscopico, risultato di un heritage valoriale consolidato nel corso dei decenni, in continua evoluzione.

Grazie al supporto delle moderne tecnologie, i nostri tessuti vengono realizzati dalle persone, ciascuna con la propria tecnica, esperienza e creatività, valori che definiscono la filosofia del nostro gruppo. Di conseguenza, ogni tessuto è di per sé una sorta di opera d’arte, per questo tuteliamo l’originalità e l’esclusività dei disegni con particolare scrupolo e rigore.

L’archivio Ratti si pone come collettore e custode di un patrimonio di tessuti, che mette a confronto e valorizza stili e tipologie differenti: dagli anni ‘40/’50 a quelli che richiamano le mode degli anni ‘60/’70, fino ai più moderni e innovativi per stile e disegni. Dai libri campionari, ai tessuti per abbigliamento, accessori e arredamento, l’archivio è un concentrato di bellezza, colori e linee differenti che contraddistinguono creazioni realizzate anche grazie alla collaborazione con importanti artisti delle varie epoche storiche.

barra_nera

Passione infinita per tessuti preziosi… senza confini

Per avere informazioni estremamente dettagliate disponiamo inoltre di una tessuteca, costituita dalle schede tecniche di tutti i tessuti prodotti a partire dal 1945, e una biblioteca con oltre 12.000 volumi provenienti da tutto il mondo e alimentata continuamente da nuove acquisizioni. Qui potrai trovare libri rari, monografie di artisti protagonisti del loro tempo, cataloghi di mostre che hanno influenzato la moda e gli stili di vita, volumi fotografici, studi sul colore, sulla decorazione, sui disegni ornamentali e sugli elementi originali da cui hanno tratto vita, sulle scuole di pittura e architettura, sul teatro e sul cinema.

Grazie a una semplice e intuitiva suddivisione per soggetti e all’indicizzazione di ciascun elemento, la biblioteca è una vera e propria “mappa del sapere”, un concentrato di storia, creatività e stimoli, un utile strumento di lavoro e una preziosa fonte d’ispirazione per designer e clienti.

img01

Il nostro gruppo si avvale anche della possibilità di entrare in contatto con tessuti antichi dal valore inestimabile, provenienti da ogni angolo della terra e custoditi con estrema cura presso la Fondazione Antonio Ratti.

Si tratta di un luogo affasciante, nato dalla profonda passione per l’arte e il tessuto che il suo fondatore ha coltivato da sempre, dove studiosi, artisti e intellettuali hanno l’opportunità di approfondire le proprie ricerche, produrre nuovi lavori, raggiungere il pubblico, la critica e le istituzioni.

L’innata passione di Antonio Ratti per la creatività, l’arte e il mondo tessile ha permesso, nel 1995, nel Metropolitan Museum of Art di New York, il finanziamento di una delle strutture tecnologicamente più avanzate al mondo per lo studio e la conservazione dei tessuti: l’“Antonio Ratti Textile Center”.

36.000 esemplari, tra tappeti, arazzi, paramenti ecclesiastici, sete, ricami, pizzi, velluti… un concentrato di bellezza, storia e cultura semplicemente incomparabile.